Lungo viaggio? Cosa non deve mancare nella tua auto

Devi partire in montagna? O comunque fare tanti chilometri in macchina?

Prima di un lungo viaggio è sempre bene avere la tua auto attrezzata e pronta per ogni evenienza.

Se vuoi sapere cosa non deve mancare nel tuo veicolo prima di partire, leggi qui.

Olio per auto: per proteggere il tuo motore

È fondamentale lubrificare il motore dell’auto, poiché che sia benzina o diesel, contiene tantissime parti in movimento che sono sottoposte all’attrito e senza la giusta cura potrebbero rovinarsi. 

Per scegliere un olio motore adatto, bisogna scegliere un prodotto innanzitutto sicuro e che dev’essere cambiato regolarmente. 

Sul sito https://www.giordanojolly.it/ trovi tutto ciò che potrebbe occorrere e ricorda che la tua auto è la tua casa e merita la giusta cura. È la tua compagna senza la quale non potresti raggiungere i posti del cuore. L’olio è fondamentale.

Caricabatterie: un gesto intelligente

Ti è mai capitato di arrivare nel tuo garage e trovare improvvisamente la tua macchina scarica? O di scendere di casa e accorgerti che hai lasciato le luci dell’auto accese? Bene, questo per la “legge di Murphy” capita sempre quando vai di fretta o devi partire. 

Un caricabatterie auto ed un buon amico ti aiuteranno ad alleviare lo stress e la tensione del momento. Ma quale scegliere? 

È fondamentale considerare innanzitutto il modello dell’auto: se è un’utilitaria, per esempio, bisogna considerare che le batterie dell’auto sono intorno ai 40-50 Ampere mentre i Suv sono 70/80 Ampere.

Pneumatici auto: tutto l’occorrente se si bucano

Quante volte ti è capitato di forare? Per fortuna, secondo una stima di Michelin, è un evento abbastanza raro che avviene normalmente ogni 75 mila km.

Non è però sempre possibile riparare gli pneumatici, infatti lo pneumatico va sostituito se ha la foratura su uno dei fianchi o se essa è avvenuta a seguito di sostanze corrosive ecc. Se così non fosse però una soluzione c’è.

Esistono dei mini compressori per auto 12V di dimensioni compatte e adatti per essere posizionati nel bagagliaio della tua auto senza creare il minimo fastidio che possono liberarti dai guai in un nulla. Fantastico!

Catene pneumatici: obbligatorie nelle stagioni invernali

Se non hai montato sul tuo veicolo le gomme quattro stagioni, le catene sono obbligatorie per alcuni tratti dell’autostrada e sui rilievi montuosi e servono a garantirti una migliore tenuta su strada. Ovviamente non andranno usate con poca neve o su strada asfaltata poiché rovinerebbero il manto stradale ed anche la vettura, ma sono utilissime dinanzi alla presenza di ghiaccio e ne esistono tantissime compatibili con vari tipi di gomme presenti sul mercato. È importante precisare che vanno applicate solo sulle ruote motrici, nella parte davanti sulle auto con trazione anteriore, dietro sulle macchine a trazione posteriore, e su tutte le auto 4×4 a trazione integrale.

Insomma, se devi affrontare un lungo viaggio questo è il kit di sopravvivenza che non deve mancare nella tua macchina per poter partire tranquillo e lo trovi su Giordano Jolly! Bon voyage!

La Fiat 127 sport un pezzo di storia

La Fiat 127 Sport rappresenta una delle più apprezzate varianti della fortunatissima Fiat 127, vettura prodotta dalla casa automobilistica italiana a partire dal 1971.
La Sport debutta nel 1978: si tratta di una versione sportiveggiante della berlina. L’auto ha dimensioni medio-piccole, con una lunghezza di 3,65 metri, una larghezza di 1,53 metri e un’altezza di 1,38 metri, per un peso a vuoto di 775 chilogrammi. La Fiat 127 Sport è caratterizzata da un’estetica accattivante, esaltata dagli adesivi in contrasto con il colore della carrozzeria, la quale era disponibile in nero, in arancione e in grigio metallizzato.
Di grande impatto anche gli spoiler, presenti sia sulla parte anteriore che su quella posteriore, e il frontale, dotato di una calandra dalla forma reticolare e da due fari trapezoidali. Per quanto concerne gli interni, l’auto dispone di un volante a due razze realizzato in alluminio, di sedili anteriori con poggiatesta e di rivestimenti in similpelle, dettaglio di estrema classe per l’epoca, oltre a varie strumentazioni supplementari posizionate al centro del cruscotto. Altri particolari che conferiscono all’automobile torinese un aspetto di natura ‘racing’ sono costituiti dallo scarico a doppia uscita, dai cerchi stampati, i quali offrivano la possibilità di montare pneumatici dalle dimensioni di 155/70, e dall’assetto ribassato. Il sistema frenante è composto da dischi solidi da 227 millimetri per quanto riguarda l’anteriore e da dischi a tamburo da 185 millimetri per quanto concerne l’asse posteriore.
Dal punto di vista della motorizzazione, la Fiat 127 Sport equipaggia un motore a benzina da 1049 centimetri cubici, in grado di sviluppare 70 cavalli e munito di un cambio manuale a 4 rapporti. Le performance sono di buon livello per un propulsore di media potenza: 15 secondi per completare l’accelerazione da 0 a 100 chilometri orari e velocità di punta massima di 140 chilometri orari. Discreti i consumi medi, stimati in 13,5 chilometri con un litro di carburante.
La Fiat 127 riscosse un ottimo successo in relazione alla fascia di mercato a cui era destinata e rimase in commercio fino al 1981, sostituita dalla Sport 2, del tutto simile alla prima versione a livello estetico, ma provvista di un motore da 1,3 litri in grado di erogare 75 cavalli. Decisamente superiori le prestazioni: 12 secondi per raggiungere i 100 chilometri orari con partenza da fermo e velocità massima di 164 chilometri orari. Leggermente più alti i consumi di carburante, i quali si attestano a 12,5 chilometri con un litro di benzina. La Fiat 127 Sport uscì definitivamente dal mercato nel 1983 e rimane tutt’oggi tra le auto d’epoca più apprezzate della storia.