Archives Ottobre 2015

Pochi semplici gesti per spedire un pacco

Spedire un pacco, in Italia e nel mondo, è più facile di quello che si creda. Senza impazzire alla ricerca di scatole, imballaggi e carta da pacchi, ci si può affidare ad un buon corriere internazionale.

Trovare lo spedizioniere più adatto alle nostre esigenze è semplice: basta sceglierlo online comparando servizi e costi.

Molti corrieri espressi, oggi, oltre ad offrire i tradizionali servizi di spedizione, propongono anche comode ed innovative soluzioni on-line. Potrai spedire pacchi o buste, in Italia e nel mondo è diventato, quindi un vero e proprio gioco da ragazzi. Ed i prezzi sono tutt’altro che proibitivi. Inviare un pacco da 5 kg su territorio nazionale, con una spedizione standard, costa circa 10 €. Se, invece si vuole spedire all’estero (supponiamo in Germania) si spenderà intorno ai 17 € – 20 €. Ovviamente, i prezzi salgono se si richiede una particolare tipologia di spedizione o se di desiderano dei servizi accessori quali l’assicurazione o l’avviso per il mittente e/o per il destinatario.

Una volta scelto il corriere più adatto, è necessario preparare la spedizione tenendo presente che, per legge, non possono essere inviati: “denaro di qualunque valuta, assegni bancari, titoli di qualunque genere o al portatore, buoni pasto, traveller’s cheques, oro, antichità, liquori, valori bollati e/o francobolli anche da collezionismo, metalli preziosi, armi da fuoco, alcolici, piante, droghe, opere d’arte, pietre preziose, pellicce, orologi preziosi, esplosivi, animali, beni deperibili, materiale pornografico, carbone, diamanti, tabacchi, articoli soggetti alle restrizioni IATA, inclusi materiali pericolosi o combustibili, beni il cui trasporto sia proibito da qualsiasi legge, regolamento o statuto pro tempore in vigore di qualsiasi governo federale, statale o locale di qualsiasi paese da o attraverso il quale la spedizione possa essere effettuata”.

La spedizione dev’essere imballata correttamente. Se si hanno dubbi sul confezionamento del pacco, basta chiedere informazioni agli operatori. I corrieri, comunque, mettono a disposizione un’ampia gamma d’imballaggi: dalla semplice busta di plastica alle scatole di dimensione extra-large. Nel caso in cui si desideri effettuare una “spedizione multicollo” è bene ricordarsi che “ogni collo dev’essere numerato progressivamente (1 di 3, 2 di 3, eccetera)”. Generalmente, i corriere accettano spedizioni di qualsiasi peso anche se “le dimensioni massime possono variare a seconda del Paese di origine e di destinazione”.

Ogni spedizione dev’essere completa di “etichetta e lettera di vettura”. In caso di spedizioni internazionali è obbligatoria anche la “fattura commerciale” per le autorità doganali.

La lettera di vettura può essere compilata a mano o, in alcuni casi, online.
Per compilarla è necessario:
– inserire il numero dei colli
– inserire i dati del mittente (“nome, ragione sociale, indirizzo completo di CAP, prefisso e numero di telefono”)
– specificare il peso della spedizione
– “specificare le dimensioni della spedizione (dove richiesto)”
– inserire i dati del destinatario (“nome, ragione sociale, indirizzo completo di CAP, prefisso e numero di telefono ed ogni altra eventuale indicazione ad es. scala, interno, nome sul citofono se diverso dal destinatario, anche utilizzando il campo Note”).

La lettera di vettura va firmata al fine di “accettare le condizioni generali di trasporto”.

Una volta preparata la spedizione e compilata la lettera di vettura, si può “prenotare il ritiro” e richiedere eventuali servizi accessori. Una volta che si è provveduto all’acquisto della spedizione, il corriere è solito inviare via mail “la conferma, le etichette da stampare e apporre sul pacco e i codici per tracking e assistenza eventuale”.

Xiaomi il futuro e l’innovazione nelle tue mani

Quella di Xiaomi è una storia relativamente recente che ha iniziato a muovere i primi passi soltanto nel 2010, anno in cui il suo attuale CEO Lei Jun ha creato una realtà capace di andare ben oltre le semplici apparenze della telefonia mobile. In cinque anni di attività ed espansione sul mercato, Xiaomi è riuscita a conquistare sempre più notorietà e a farsi un nome nel panorama mondiale degli smartphone e dei tablet, arrivando oggi ad essere uno dei più prestigiosi produttori cinesi del campo. Ciò che ha permesso a Xiaomi di diventare un nome ed una garanzia è un’insieme di cose che rispondono principalmente a tre fattori: qualità, stile e ricercatezza. La ricca selezione di dispositivi mobili concretizza questi principi attraverso smartphone che spingono sulle prestazioni così come sulla componente artistica: il risultato è una vasta scelta di terminali che offre a tutti gli utenti un’esperienza su misura e creata in base alle numerose esigenze di ognuno.
Scopriamo quali sono gli smartphone Xiaomi dispositivi più rappresentativi del ricco catalogo
Xiaomi Mi4c

Lo Xiaomi Mi4c è il top di gamma più performante attualmente disponibile sul mercato. Poche introduzioni e tante riconferme per il fiore all’occhiello della linea firmata Xiaomi, che a distanza di pochi giorni dalla sua uscita rimarca una volta in più le sue qualità software e hardware. Esteticamente accattivante come pochi e tecnicamente potente come nessun altro, l’Mi4c è disponibile in due versioni: la prima ospita uno spazio di archiviazione di 16GB con 2GB di RAM mentre la seconda integra una memoria di 32GB con 3GB di RAM. Fatta eccezione per questa significativa differenza fra i due modelli, la doppia iterazione dello Xiaomi Mi4c rimane tecnicamente la stessa in ambedue i casi.
Il processore Snapdragon 808 MSM8992 offre la possibilità di eseguire più app contemporaneamente tramite un multitasking sempre all’altezza ed una qualità che non viene mai meno anche e soprattutto nella componente video, ambito in cui la potentissima GPU Qualcomm Adreno 418 600MHz recita la parte del leone. Ovviamente qui è lo schermo IPS da 5 pollici con risoluzione 1920×1080 pixel a rendere tutto visibile e a concretizzare la potenza hardware del terminale, cosa che permette allo smartphone di restituire un comparto visivo di assoluto livello ed un’esperienza ottimizzata per le normali app così come per i più esigenti videogiochi mobile disponibili su Play Store.
Per un Mi4c di rifrimento con 16GB di memoria e 3GB di RAM, lo shop italiano ufficiale del produttore offre un prezzo di circa 370 euro con costo variabile in base alla versione e al quantitativo dello spazio di archiviazione. Per tasche un po’ più modeste esistono dispositivi come il Redmi 2, dal costo non superiore ai 160 euro e con caratteristiche tecniche da dispositivo di fascia media. Qualora vogliate andare oltre il concetto di smartphone, Xiaomi propone anche il Redmi Note, un ibrido smartphone/tablet di prima classe con un costo contenuto e con prestazioni da primato.
Che il vostro sia un interesse puramente stilistico o magari rivolto anche alle performance, il produttore cinese vi offre una scelta quantomai vasta e nutrita. Starà solo a voi scegliere lo smartphone che più vi aggrada, Xiaomi penserà al resto.

Durazzo una vacanza tra fascino e divertimenti

Durazzo è la seconda città dell’Albania in termini di abitanti e di importanza. Bagnata dal Mar Adriatico, la città albanese è una meta turistica assai ambita, per via del suo clima mite e per la bellezza delle spiagge.
Il mare
Le spiagge rappresentano una delle principali attrazioni di Durazzo. Il litorale si estende per oltre sei chilometri ed è costituito da sabbia fine e di colore chiaro. Gli azzurri fondali consentono anche ai meno esperti e ai più piccoli di poter nuotare senza correre pericoli, poiché aumentano di profondità in modo graduale. La spiaggia è totalmente libera e gratuita: i servizi messi a disposizione dei bagnanti sono quelli relativi al noleggio di sdraio e ombrelloni, usufruibili a basso costo.

Altre attrazioni
Durazzo è la città più antica dell’Albania. Al suo interno sono presenti luoghi di grande interesse storico e culturale, tra cui il Castello, l’Anfiteatro, la Biblioteca Centrale, il Teatro Estrada, il Museo Archeologico e il Museo della Tradizione e della Cultura.
Divertimenti a Durazzo
Oltre alle spiagge, ai monumenti e ai musei, Durazzo offre altri divertimenti. Sono numerosi i pub e i locali situati sul lungomare, i quali intrattengono i turisti e gli abitanti locali fino a notte inoltrata. Ottimi anche i prezzi, che consentono di godere di una fantastica vacanza low cost. Spostandosi di circa 35 chilometri in direzione est si giunge a Tirana, capitale dell’Albania, città ricca di discoteche, di caffetterie e di birrerie.
Come arrivare a Durazzo
Il porto di Durazzo riveste un ruolo di grande importanza per l’economia della città sin dalle sue antiche origini. Oggi il porto è usato sia per fini turistici che per ragioni commerciali, fungendo da principale punto di riferimento nazionale per gli attracchi delle imbarcazioni provenienti dall’Italia.
Per raggiungere Durazzo è sufficiente prendere uno dei tanti traghetti da Ancona per Durazzo garantiti dalla compagnia Adria Ferries, i quali concedono l’opportunità di viaggiare con l’automobile al seguito. Durante ogni settimana sono previste due partenze, sia da Ancona che da Durazzo. La durata della corsa è di circa 20 ore.

La tappezzeria il giusto alleato per dare stile alla tua casa

Chi ha una passione per l’arredamento lo sa: non bisogna trascurare nulla. Le superfici, i divani, i tappeti… tutto concorre a creare una casa accogliente e alla moda. E la tappezzeria, spesso dimenticata o trascurata, può rivelarsi un alleato prezioso nel determinare lo stile della tua villetta o del tuo appartamento, ovviamente per un giusto arredamento puoi rivolgerti a esperti del settore ad una tappezzeria a Roma.

Partiamo dalla cucina: sceglila total white, magari abbinando diverse tonalità di bianco, come il perla, l’avorio, lo zinco, ecc.
Le finestre potranno rimanere libere da tende, per un bagno di luce completo, oppure adornate da tendine bianche.


E alle pareti? Tappezzeria! Se qualcuno giudica la carta da parati inadatta all’ambiente in cui si cucina si sbaglia di grosso. L’importante è che la tappezzeria sia lavabile (ti basterà una spugnetta umida per togliere le eventuali macchie) e resistente.
Scegli una fantasia simpatica e rilassante, nulla di invadente, che a lungo andare potrebbe stancare. La tonalità predominante della tappezzeria potrebbe essere il bianco, per un effetto total white estremo, o pastello, per inserire un elemento di variazione, o, ancora, un colore scuro, per creare contrasto.
Passiamo in soggiorno: lo stile shabby chic è perfetto per avere una casa sempre alla moda. Inoltre è piacevole, rilassante, comodo e non stufa mai!
Divani di stoffa chiara, abbelliti da cuscini rivestiti di pizzo, graziosi mobiletti in legno verniciati di bianco, puff merlati e soprammobili di gusto romantico. Lo stile shabby chic sposa i colori tenui e opachi, le varie tonalità del bianco, il tortora, le tonalità pastello. Lo stile è fintamente dimesso, ma perfettamente curato in tutti i dettagli. I mobili sono di legno non laccato e sembrano usciti da una vecchia soffitta per essere recuperati con qualche mano di vernice. Pizzi e merletti la fanno da padrone, mentre nei complementi d’arredo prevalgono i decori vegetali. Anche qui la tappezzeria si rivela fondamentale: rigorosamente chiara, con fantasie classiche e delicate, senza eccessi, come se fosse un po’ sbiadita. Un’idea potrebbe essere scegliere una tappezzeria che riprenda i colori e la consistenza del legno grezzo.

Arredare con stile il tuo store è possibile

Oggi come oggi, la semplice esposizione di prodotti in uno spazio commerciale non è sufficiente a garantire l’attenzione del cliente, che è sempre più “viziato” e, se indifferente o scontento, non ci penserà due volte a rivolgersi alla concorrenza.
Fortunatamente, l’allestimento dei negozi con stile è davvero facile. Bastano pochi e semplici accorgimenti per creare uno spazio elegante e dinamico, composto da tanti piccoli elementi stilosi. Tutti gli elementi di arredo per store, dai classici manichini, ai pouf più spiritosi, ai complementi d’arredo più bizzarri sono disponibili online. Quando si dice: a portata di clic!
Quando parliamo dell’arredamento di un negozio, parliamo in primo luogo di scaffali. Ne esistono di tutti i tipi e di tutti i materiali, da quelli più economici a quelli più pregiati.

Prevedi di mutare spesso l’allestimento dello store, per adattarlo, ad esempio, alle diverse esigenze stagionali? Opta per degli scaffali componibili, adattabili a tutti gli stili espositivi.
Una soluzione molto utilizzata nei negozi di abbigliamento e di oggettistica prevede l’utilizzo dei tavoli, in aggiunta a quello degli scaffali. Potresti utilizzarli per mettere in evidenza i capi o gli oggetti scontati oppure i nuovi arrivi.
Ugualmente immancabili nei negozi di abbigliamento sono i busti e i manichini. Ce ne sono davvero di tutti i tipi, con forme più o meno definite, e alcuni sono delle vere e proprie sculture concettuali, da esporre come opere d’arte nel proprio negozio.
Anche gli specchi non devono mancare. Oltre ad essere utili al cliente durante la prova dell’abito, dell’accessorio o delle scarpe, donano luminosità all’ambiente, rischiarando anche gli store più piccoli e bui di una luce fresca e naturale.
Un altro elemento da non trascurare quando si vuole “coccolare” il cliente, sono piccoli spazi da dedicare al suo relax. Non basta uno sgabello in camerino: sedie, poltrone, pouf e addirittura divani possono fare la differenza.
Infine, non trascurare i particolari: le lampade, le tende dei camerini, eventuali quadri e fotografie appese alle pareti concorrono con gli elementi essenziali per determinare lo stile del tuo negozio. Scegliendoli on line risparmierai tempo, soldi e fatica, a fronte di un servizio impeccabile.